Idee per smart working: come ricavare un angolo studio in camera da letto?

Hai appena trovato un nuovo lavoro che ti permette di rimanere a casa e fare tutto da remoto, ma anche il tuo partner lavora in smart-working e lo spazio domestico è limitato? Questa situazione accomuna sempre più gente e non sei l'unico ad avere l’esigenza di creare un ufficio in casa.

Ecco perché abbiamo pensato di proporti alcuni spunti per ricavare un angolo studio in camera da letto. Vediamo insieme come fare!

 

Perché può essere utile ricavare un angolo studio in camera da letto

Al giorno d’oggi, sempre più persone lavorano in smart-working. Se anche tu e il tuo partner lavorate da remoto, condividere lo stesso spazio domestico potrebbe diventare difficile, specie se entrambi siete impegnati con riunioni virtuali e videochiamate che richiedono concentrazione e silenzio intorno.

In queste circostanze, ricavare un angolo studio in camera da letto potrebbe essere la soluzione più adatta per i vostri problemi domestici-lavorativi.

 

Come ricavare un angolo studio in camera da letto: 5 idee creative

Se lo studio è occupato dal tuo partner e il tavolo della cucina è preso in ostaggio dai tuoi figli, ecco alcune proposte che ti consentono di allestire il tuo spazio lavorativo nella camera da letto:

 

  • Sfrutta i vuoti. Quando hai arredato la tua camera da letto hai pensato a tutto nei minimi dettagli, eppure è rimasto uno spazio tra la parete e l’armadio? Oggi quei pochi centimetri potrebbero tornarti utili perché, grazie a una scrivania di piccole dimensioni, possono anche trasformarsi in un mini-ufficio.
  • Comodino VS tavolino. Ogni camera da letto che si rispetti, ha almeno un comodino. È un piccolo ripiano dove riponiamo libri, riviste, occhiali, smartphone e normalmente anche un abat-jour. Ma se rimpiazzassi il comodino tradizionale con una scrivania che all'occorrenza si trasformi nella tua postazione ufficio? In fondo è sempre un punto d’appoggio!
  • Sfrutta le potenzialità dell’armadio. Hai mai pensato che potresti sfruttare l’armadio per creare il tuo studio “a scomparsa”, lasciando inalterata l’estetica del tuo ambiente? Ecco in che modo: crea il tuo desk sul ripiano inferiore dell’armadio, mentre la parte superiore la sfrutterai per collocare degli scaffali a cubo, che potrai riempire con i tuoi faldoni e tutto il materiale da cancelleria. Geniale, no?
  • Ottimizza gli spazi più ampi della stanza. L’esigenza di ricavare un angolo studio in camera da letto si traduce nella ricerca dell’angolo più spazioso della camera in questione. Generalmente, sul lato in cui si trova la finestra, per ovvie ragioni, non è possibile mettere l’armadio e, in genere, non vi si trova nemmeno il letto. Nel 90% dei casi, il lato in cui risiede la finestra è quindi libero e il più delle volte può ospitare una scrivania senza problemi.
  • Crea la tua postazione con una mensola. Al giorno d’oggi per lavorare in smartworking a casa è sufficiente un pc portatile. Fortunatamente il laptop occupa poco spazio, di conseguenza anche il tuo piccolo ufficio potrebbe non richiedere una metratura esagerata. Potresti dunque ricavare un angolo studio in camera da letto in versione minimal, con una mensola portaoggetti che sia sufficientemente profonda e resistente. Non ti serve altro, parte la sedia, ovviamente!

 

Dove trovare i mobili per il tuo ufficio domestico

Come vedi, ricavare un angolo studio in camera da letto è assolutamente possibile, oltre che pratico, creativo e divertente.

A questo punto, non ti resta che trovare i mobili giusti per arredare il tuo angolo studio: sullo shop online di Arredo da casa trovi un mondo di soluzioni creative per creare il tuo piccolo ufficio domestico come, ad esempio, una scrivania con piano in vetro, un desk in legno o un mobile porta pc e stampante.

Cosa aspetti? Visita il sito oppure contattaci per avere maggiori informazioni sui nostri prodotti e le modalità di consegna. Ti aspettiamo!