Un mix tra passato e presente! Ecco dei consigli su come arredare una casa in stile vintage

Oggetti e mobili di recupero che si mixano alla perfezione con elementi moderni: lo stile retrò o vintage, permette di realizzare ambienti confortevoli, nei quali sembra di fare un tuffo nel passato, ma senza rinunciare al comfort.

Utilizzare vecchi mobili e oggetti, senza trasformare la casa in un mercato di antiquariato però, non è affatto facile!

Vediamo allora come arredare una casa in stile vintage, creando un equilibrio armonico tra il “vecchio” e il “nuovo”, così da rendere ogni stanza davvero originale e funzionale.

 

Come arredare una casa in stile vintage: da dove partire

Gli arredi in stile vintage sono tutti quelli che provengono dal passato (dagli anni ‘20 fino agli anni ‘80) o che si ispirano ad esso. Ogni decennio però, presenta delle caratteristiche particolari in fatto di arredo.

Il primo passo per capire come arredare una casa in stile vintage è, quindi, individuare la decade di riferimento e poi procedere a scegliere mobili ed accessori.

Scopriamo le caratteristiche di ogni periodo al quale ispirarsi:

  • anni ’40-’50: sono stati caratterizzati da un arredo essenziale, di modernariato, che ben si sposa con lo stile contemporaneo.
  • anni ’60: sono quelli della pop art e dei colori sgargianti che è possibile riprendere nelle fantasie e nelle tinte dei tessuti di tappeti e tende. I mobili si distinguono per le linee morbide, le forme arrotondate, il mix di legno e plastica.
  • anni ’70: l’arredo di questo periodo rispecchiava il rinnovamento culturale e sociale, con colori caldi che ritroviamo nelle carte da parati e nelle stampe dalle tipiche fantasie floreali. Diversi sono i mobili realizzati totalmente in plastica che, per leggerezza, vengono prediletti ai modelli precedenti.

Dalla cucina alla camera da letto! Ecco come arredare in stile retrò i vari ambienti

Anche se lo stile vintage ha caratteristiche diverse in base al periodo di riferimento, ci sono alcuni elementi che non possono mancare.

In generale, gli interior designer consigliano di alternare elementi di arredo moderni a quelli retrò, in modo equilibrato, per evitare di dar vita ad ambienti confusi e caotici.

Ecco dei consigli per ogni singola stanza della tua casa:

  • In cucina si può creare un ambiente caldo e accogliente scegliendo piani di lavoro e credenze in legno ed elettrodomestici dalle linee bombate e dai colori neutri. Per ricreare uno stile vintage, ma vicino allo shabby chic, si possono scegliere utensili in rame, legno o porcellana, appendere padelle ai muri, acquistare piatti, tazzine e teiere con decorazioni.
  • In salotto si può giocare con vari colori accesi per sedie e divano come rosso, blu o giallo, abbinandoli, ad esempio, ad un mobile per la tv vintage. Complementi di arredo perfetti sono dischi in vinile, un vecchio grammofono, una macchina da scrivere e così via. Vanno benissimo mobili decorati in legno, bauli e, per valorizzare una parete vuota, puoi scegliere delle stampe con fantasie floreali o forme geometriche, che danno ancora più carattere all’ambiente.
  • In camera da letto è perfetto un letto con testiere imbottita o in ferro battuto, in accostamento a piccoli comodini; ideale anche un armadio in stile shabby, abbinato ad elementi come poltroncine in pelle, vecchi bauli e tessuti dalle tinte pastello.

 

Dove trovare ispirazioni e soluzioni di arredo vintage?

Adesso che sai come arredare una casa in stile vintage non ti resta che individuare i mobili e i complementi di arredo che rispecchiano il tuo gusto.

Nel catalogo online di Arredo da casa puoi trovare tante idee e ispirazioni per arredare ogni stanza, dalla camera da letto, al salotto, dalla cucina al bagno. Divertiti a scegliere tra letti matrimoniali, singoli e una piazza e mezzo, pareti attrezzate, armadi, tavolini da salotto e tanto altro.

Vorresti avere un consiglio o ricevere informazioni? Contattaci, siamo a tua disposizione!